Archive | November 2011

lamb @ Live di Trezzo 27 11 2011

Lamb_trezzo

Lou Rhodes è imbarazzante

il suo fascino ti distrae dalle canzoni dei Lamb
e quando poi riesci a lasciarti andare senza pensare ogni momento "quanto è bella Lou, quanto è bella Lou" e finalmente la musica ti prende e ti emoziona
… la riguardi un attimo e capisci che questa musica emozionante la canta una donna TROPPO affascinante, e ti distrai di nuovo

imbarazzante seguire un concerto così

i lamb sono stra felici di essere in Italia
e durante il concerto continuano a farcelo sapere
è inspiegabile come una fredda e nebbiosa sera di autunno con un pubblico neanche troppo caloroso riesca a entrare nel cliché dell'Italia paese caloroso dove si mangia bene

i lamb sono proprio contenti: è un continuo sorrisi, ammiccamenti, we love you too, sapete … dopo 'ben' quattro concerti al Nord Europa finalmente in Italia…
sembrano quasi fin troppo entusiasti
la situazione è quasi finta: ci sono o ci fanno?

le canzoni scorrono lisce
il set è bello e tirato
un giusto mix tra nuovo e vecchio

every now and then qualche brivido, quei brividi delle canzoni senza tempo che ti emozionano
What Sound 
Gorecki

c'è sempre un rumore di fondo quasi assordante: il chiacchiericcio del milanese al concerto
si sente qualche shhhhh per zittirli
qualche litigio tra chi vuole parlare e chi vuole ascoltare
io mi faccio i fatti miei

thank you Milan!!
(non so se i lamb sanno che siamo a Trezzo sull'Adda, a casa di dio…
40 km da piazza del duomo
in un concerto a Blackburn direbbero forse thank you Manchester?)
si è vero il Tritium Calcio non gioca contro l'Inter, mentre i Rovers giocano contro il ManU, il paragone non calza…

ogni tanto percepisci il PET SHOP BOYS EFFECT:
con Andy che smanetta con le sue rotelle (e apparentemente nessuno dei suoi movimenti è legato ad un suono che senti uscire dalle casse), solo un 'vero' musicista che suona il contrabbasso elettrico, e un massiccio uso di basi l'effetto è quello del mega-KARAOKE:
Lou che canta su una base

che bello sarebbe avere un piano, una batteria, una sezione di archi e vedere che ogni suono è veramente  suonato da qualcuno

Lou ci fa sapere che ha un boyfriend italiano, oggi malato in Inghilterra e non può essere lì con lei
ed Andy ci tiene a fare una dichiarazione:
"I love Lou Rhodes! I don't actually love her, but you see… every day she gets sexier and sexier and her talent, her voice is so amazing… can't you believe it? it's 16 years now that we are on… I say it again: 16 years"

e invece lei non lo ama, le ha il fidanzato italiano, nonostante, come si legge in giro sul web da una fan dopo un concerto:
"if you are wondering, yes, Andy is still hot"

anche questa cosa è imbarazzante… anche Andy è un figo da paura

per fortuna sul palco c'è anche il contrabbassista Jon Thorne, l'unico normale
la risposta Britannica a Michael Nyqvist
Media_httpibassmagcom_mddzy

durante il concerto formulo questa teoria:

primo album dei lamb 1996
Andy ventenne, gran figo, è da subito pazzamente innamorata di Lou
ma lei è troppo bella e affascinante, ha qualche anno più di lui, per lei è solo un ragazzino, è solo il suo compagno di lavoro
e non se lo fila

passano gli anni, fanno successo, lei vuole fare le sue cosine acustiche e si sciolgono
in tutti questi anni non se l'è mai filato, Andy se ne fa una ragione tanto può avere tutte le donne che vuole

nel periodo in cui fanno le loro cose da solisti Andy conosce Carrie Tree, una talentuosa e veramente bella songwriter di Brighton, un po' figlia dei fiori
girano in moto per l'India, in cerca di ispirazione
creano il moniker lunaseeds e fanno dei pezzi pazzeschi
io quasi quasi preferisco la voce di Carrie a quella di Lou, mi innamoro dei loro pezzi

immagino un sodalizio artistico e pure sentimentale tra i due che durerà nel tempo
ebbravo Andy, l'hai trovata pure più giovane! 🙂
invece non pubblicano neanche un disco, perchè?

perché Andy un giorno incontra Lou per strada
e capisce che è lei la donna della sua vita
saluta Carrie, in fretta e furia pubblica le canzoni incise con Carrie nel suo album solista LOWB (e non come lunaseeds) si ributta sui lamb

decidono di fare un tour
e lui pensa: ok, ormai Lou ha passato la 40ina e io sono ancora un figo pazzesco, ho buone probabilità

il tour va bene e decidono di fare anche un nuovo disco
Andy pensa: evvai ormai è fatta!!

addirittura Andy fa ricantare a Lou un pezzo che aveva registrato già con Carrie e Damien Rice – Back to The Beginning
un pezzo splendido
che con le nuove parti vocali di Lou pubblica sul nuovo album dei lamb
in questa assurdo match vocale tra le due cantanti almeno ha l'accortezza di cambiare qualche parola e anche scambiare i pezzi cantati da Damien, perché il confronto non sia eccessivo

insomma Andy ripensa: evvai ormai è fatta!!
e invece… tac 
spunta questo fidanzato italiano

al concerto ho visto negli occhi di Andy Barlow una tristezza infinita, non avrà mai Lou Rhodes…

è più probabile che Gary Barlow abbia Nick Rhodes

apre il concerto Jay Leighton (annunciato sul sito del Live come JL… provare a googlare JL e trovarlo!)
suona solo la chitarra acustica, gran bella voce, bei pezzi
la particolarità è che apre per i concerti dei lamb, promuovendo il suo disco 'as the sun comes up' e poi sta al banchetto a vendere il merchandising dei lamb
Lou lo ringrazia pubblicamente
strano trovare un artista così disponibile da stare al banchetto del merchandising… 
anche lui è innamorato di Lou, non c'è dubbio
(anche se quando sono andato al banchetto e ho scambiato due parole, sembrava moooolto interessato anche a me)

prima volta per me al 'nuovo' Live di Trezzo (in realtà non ero mai andato neanche al vecchio)
un gran bel posto per i concerti
un alcatraz più piccolo, a misura d'uomo
con sopra il ristorante con vista sul palco

notevole anche il servizio navetta dopo il concerto, che ho utilizzato:
10 EUR per un passaggio a Stazione Centrale (l'autista aveva capito Lambrate, ma poi l'abbiamo fatto continuare)
e soprattutto il CD di Zucchero nell'autoradio
(niente male, dopo i lamb, andare di I GOT THE DEVIL IN ME, SOLO UNA SANA E CONSAPEVOLE LIBIDINE, CON LE MANI SBUCCI … LE CIPOLLE)

  
Advertisements

MI nei parchi + Trofeo Punto Nord

…per la serie: quando le gare 'promozionali' sono meglio di quelle che valgono per la lista base

meglio = più tecniche e più divertenti

una sprint che non ti lascia tempo di rilassarti (non sono mai riuscito a leggere in anticipo, è stata una gara molto tecnica)

e un foto-o di un'ora e un quarto (che bello il foto-ori!!)

che vuoi di più dall'orienteering?

Montestella_miparchiTrofeo_ppn

SDA strikes again

Dispatch Date:
15 Nov 2011
Destination:
MILANO, Italy
Estimated Arrival:
19 Nov 2011

23 Nov 2011
07:00:00 AM
FRANCOLINO DI CARPIANO (MI)
Delay in delivery due to weather or natural disaster

23 Nov 2011 MILANO – Sereno – 11°

?!?

champagne supernova (r) in the sky

finalmente mi sono deciso ad andare a fondo su una questione di pronuncia British English che mi ha sempre affascinato

capire perché i British pronunciano delle delle 'r'  dove 'r' non ci sono
è corretto?
è obbligatorio?

inizialmente pensavo fosse un problema dei mancuniani (e working class) oasis
champagne supernova (r) in the sky

ma poi l'ho trovata sempre più spesso, in giro, ma anche in TV
Asia(r) and Africa
I'm draw(r)ing

gli stessi inglesi a cui avevo chiesto in passato non sembravano accorgersi della cosa (era una pronuncia che avevano senza sapere il perché) 

su internet si trova una valanga di materiale: il fenomeno si chiama intrusive R
non è una pronuncia prevista dalla RP ma sta diventando sempre più diffusa

wiki

una tesi di dottorato mooolto interessante (che parla anche di 't voicing' )

e altri

faraway, so close

negli ultimi anni la mia 80ina di gare annuali si è spostata sempre più lontano

in particolare nel 2011 ho privilegiato le gare di TRAIL-O in Italia e all’estero,  le gare nazionali in Italia e le 3-5 giorni internazionali di C-O

così ho un po’ snobbato le gare vicine, il Trofeo Lombardia e il TMO

nel finale di stagione ho voluto tornare ‘local’ e sono andato a Marcarolo (TL) e a Novaggio (TMO)

le gare del weekend ticinese 11TMO Sabato e 12TMO Domenica mi hanno veramente entusiasmato
bei tracciati, belle formule di gara, tanta gente, tutti i partecipanti veramente molto più forti che da noi

alcuni spunti:

– al TL in M40 con una gara decente arrivo a podio, al TMO con una gara decente arrivo terzultimo
il livello è spaventosamente più alto in Svizzera

– gli svizzeri (come i francesi) non hanno paura di ‘sperimentare’ formule, scale, distanze anche nelle gare ufficiali
così in Ticino (come in Francia) possiamo correre su un terreno superdettagliato al 7500, correre 3 sprint nel bosco al 10000 una dietro l’altra con l’ultima tappa addirittura su carta solo curve di livello, e così via
come vorrei anche in Italia si potessero correre gare ‘ufficiali’ come una middle su carta al 5000, una sprint su carta con equidistanza 5m etc etc
(Svizzera e Francia, due nazioni che si sono tolte qualche soddisfazione a livello mondialie nell’ultimo decennio… queste sperimentazioni non hanno fatto male al movimento di punta)

– all’ultimo TMO 2011: 361 iscritti, all’ultimo TL: 257 iscritti

– ma soprattutto! all’ultimo TMO  ben 67 donne iscritte nelle categorie DAL DAK DB D40, contro le 28 donne iscritte al TL in WA WAK W40
non si può andare avanti così… 🙂

quindi peccato che alla gara di domenica, a 40′ di macchina da Como ci fossero solo 9 lombardi…
17 CHF, secondo me sono stati ben spesi: percorsi entusiasmanti, ritrovo al caldo, doccia calda, buvette fornitissima

i muri dei confini nazionali nell’immaginario collettivo sono molto più alti di quanto siano ormai nella realtà fisica
faraway, so close

Dsc00150Dsc00157Dsc00158

Hertner all’arrivo – Hubmann autografa – Hertner+Merz

Dsc00177Dsc00178

percorsi 11TMO 12TMO

NYC – picturban patterns

[dati cartografici da http://www.openstreetmap.org/   triturati con Globalmapper OCAD e Gimp
foto mie Ottobre-Novembre 2010]

ConeyHarlemMeatpacking