Archive | July 2012

Olympicche

– Ryan Giggs leads Great Britain on the pitch for match against Senegal

– Olympic cable cars break down for nearly 40 minutes leaving tourists and children in sweltering conditions

– South Korean flag flies above North Korean football team at London Olympics

Misteri di Kazzenger

-ma perchè i KASABIAN con un album pazzesco (molto meglio dei due precedenti) continuano a non suonare dal vivo gli ultimi fantastici pezzi (Fee Verte, Hear Voices, Acid Turkish, Switchblade) per inserire in scaletta roba vecchia?

-ma come è possibile che a un anno dai WMOC italiani, con volantini in distribuzione, stand promozionali alle gare e perfino un sito web attivo
non ci sia alla data di oggi da nessuna parte un link a http://www.wmoc2013.it?

sul sito IOF si parla ancora di date da confermare http://orienteering.org/events/?event_id=350 e nessun sito web

sul sito FISO il nulla totale; solo se andiamo sul calendario 2013 scoviamo le gare del WMOC ma il link di riferimento è il defuntissimo http://www.fisopiemonte.it/

l'unica possibilità è cercare su google: WMOC 2013
ma sul mio browser è il nono risultato, a rischio di dimenticatoio

come sto sperimentando sulla mia pelle in queste settimane c'è cattiva comunicazione nel NORD OVEST

– ma perché gli svedesi sono contenti per una medaglia d'argento o di bronzo ai mondiali di orienteering?
dovrebbero vincere sempre l'oro (loro)
ogni risultato che non sia oro è una sconfitta, non capisco l'entusiasmo

max rispetto a Tove, che all'arrivo battuta dalla Luder, non ha festeggiato molto: si vedeva che voleva l'oro e che il suo errore è stato decisivo
mi auguro che la ragazza continuerà a vincere molto in futuro, lei si ha la mentalità vincente

best and worst of WOC Relay

il meglio:

sicuramente questo bacio di Giuditta a Ines… in diretta streaming mi ha fatto venire i brividi
Image

il peggio:
brividi di tutt'altro tipo, per il gonnellino della Jansonn
0image

Rigoni e i Deep Purple

settimana scorsa, ho scoperto di avere qualche inaspettato giorno libero

e così ho fatto come fa Rigoni (chiedere a Galano, if you don't know the rhyming slang) (ma anche la Vanoni fa lo stesso)

e ho anche fatto come fanno i Deep Purple

in parole povere son partito e 
… I came down to Montreux on the lake Geneva shoreline

un'inaspettata settimana lacustre che era iniziata con un bagno a Peschiera sul Lago di Garda domenica 8 di ritorno dal TempO di Villavarda (bagno nato per arginare il delirio Trenitalia con treni in ritardo, soppressi etc etc ) e continuata con un bagno vicino a Lisanza sul lago Maggiore mercoledì 11 di ritorno da un afoso e zanzaroso sopralluogo a Taino per un futuro teambuilding (bagno in mezzo a olandesi e tedeschi che fanno le vacanze lì ?!?)

però la hat-trick non si è completata: sul Lago Lemano il bagno non si può fare
freddo gelo lago in tempesta…

a Losanna ho fatto altro

§§§

il viaggio è stato psicologicamente difficile
minato dalle fondamenta da una coincidenza folle che avevo previsto: 10' a Domodossola tra il regionale TRENITALIA e l'EUROCITY SBBCFFFFS
cercando di limare all'inverosimile il costo di un viaggio che da listino costava 130 EUR A/R e con un incrocio di regionali, biglietti SMART italiani e supersaver elvetici mi è costato 66 EUR

per qualche motivo il tipico ritardo di 25' del mio regionale (che significava treno elvetico perso, ICOM persa, forse anche gita a Montreux persa), è seguito da un'inaspettato ritardo del treno svizzero e così sono arrivato nel cantone biancoverde di Patria e Libertà sano e salvo

§§§

Losanna, città indecifrabile
città olimpica (anche se la sede del CIO sembra più un posto di ritrovo per nobili annoiati che il tempio dello sport: c'è un bel giardino con barbecue, una via di mezzo tra la Playboy Mansion di Hefner e la villa Hawaiana di Magnum P.I.)

ma anche città delle sigarette: c'è la maestosa sede della Philip Morris e a fianco qualche altro American Tobacco etc etc
ai festival è pieno di negozietti di sigarette (dei mini systembolaget solo per il fumo) e se entri al supermercato c'è la signorina che ti ferma e fa promozione, non di formaggi o profumi o detergenti, ma proprio di sigarette

Losanna, dove i prezzi sono folli (kebab e pizza a prezzi norvegesi… per fortuna ci sono i cibi pronti della MIGROS) ma tutti i turisti che pagano la tassa di soggiorno hanno diritto ai trasporti gratis

Losanna con il solito mix europeo (poco italico) di street-art e città iper-pulita, mix di ordine e fantasia
inutile dire che mi piace

…soprattutto la ragazza che mi serve al TAKE AWAY iraniano

§§§

a Losanna vedo i mondiali di Orienteering e faccio qualche garetta di contorno
anche qua i prezzi sono proibitivi
lunedì spendo 32 CHF per una open e 25 CHF per il trasporto alla gara
il giorno prima avevo preferito fare l'abusivo facendomi prestare la mappa HAM del 'guardo' e arrivando alla svedese dal lato e defilandomi prima dello sprint finale (che tanto non è mai significativo per me)

§§§

a Losanna vado alla ICOM (International Conference on Orienteering Mapping)
che come sempre sa di vetusto (a cominciare dalla grafica)
è spada tratta contro la possibile liberalizzazione del 1000 per le gare long

sembra un circolo di lord, molto autoreferenziato

però a me l'autoreferenziazione ha rotto le palle 
se arriva un ragazzino di 20 anni che dice cose 'diverse' mi piacerebbe gli si desse almeno il beneficio del dubbio

e il ragazzino arriva…

alla ICOM infatti c'è anche Thomas Schöps e il suo fantastico programma freeware per disegnare mappe da orienteering
lui lo crea nel tempo libero e soppianterà il monopolio di Ocad
ormai il programma è quasi completo e attende solo il primo test su un vero progetto cartografico
ha già tutto quello che serve (senza le 'frociate' di ocad 10 e 11)
per essere perfetto gli manca solo la gestione dei TIF georeferenziati, il GPS real time, e lo sbocco su altre piattaforme (ANDROID, MAC)
ma è tutto già inserito nella roadmap, e penso che arriverà in fretta
il ragazzo è sveglio e veloce

§§§

la gara di qualificazione sprint dei mondiali sembrava potenzialmente 'difficile.
the buildings are very irregularly-shaped and lie on different levels diceva il BULLETTIN 3

invece, visto che il terreno era troppo complesso, i cartografi e organizzatori hanno deciso di semplificarlo, arrivando all'assurdo di avere in una zona potenzialmente 'molto tricky' dei percorsi invece molto facili
i 'livelli diversi' (anche quando erano cartografabili) sono stati completamente eliminati

qualcuno che prepara seriamente i WOC è rimasto scottato http://okvaal.blogspot.it/2012/07/woc-sprint-qual-in-lausanne.html

§§§

alle gare la VIP area della IOF assomiglia molto al barbecue del CIO, ecco dove aspira ad arrivare l'orienteering, non alle olimpiadi ma al barbecue del CIO

§§§

pochissimi italiani sono iscritti alla 5 giorni (prezzi alti?), ma inaspettatamente gli italiani orientisti spuntano da ogni dove

El Guardo è con me in campeggio, dove oltre ai polacchi che ruttano e al tipo solitario che russa, oltre ad una indecifrabile giapponese orientista e centinaia di orientisti svizzeri, troviamo come vicino di tenda (macchina per lui) anche Heikoop, impegnato su più fronti, ai Mondiali e alla 5 giorni

tra gli iscritti ci sono Maria Pia (la ormai-bergamasca del Galilei) e sua figlia Marta, spunta anche l'altro figlio Leo che fa il volontario nell'organizzazione

c'è la Pol.Sami: qualche Masi + famiglia Curzio

anche Stephen e Joe aprofittano dell'ospitalità dei loro amici posh di Losanna per passare qualche giorno ai mondiali

spuntano anche Cortellazzi, con una tipa
Lorenzino Vivian con la SUA tipa, che studia a Ginevra (che ha ormai capito che Lorenzo non è andato a trovarla disinteressatamente, ma per vedere i mondiali 🙂
Paolo Mario in gita giornaliera
e la ormai zurighese Eva (sempre un peccato non vederla più alle gare italiane)

alla ICOM incontro Tarabocchia (che anzi telefona in diretta al relatore del momento per sapere dove è il ritrovo) e poi Janos (quello italiano, non quello ungherese)

e in giro per strada incontro addirittura il Grifo (insignito del prestigioso 'bronzee pin'  dice il sito FISO) e la first lady

§§§

una grossa domanda mi attanaglia:
ma il problema del camel-bag è un problema nazionale o un problema linguistico?
è risaputo che gli orientisti francesi (le stime dicono il 93%) indossano un camel-bag anche durante una shortened sprint in città

ma lo fanno anche gli Svizzeri francesi? e i Belgi valloni, e ancora i Quebechesi?

qua in svizzera francese di camel-bag non se ne vedono
è vero che gli orientisti romandi sono per lo più volontari nell'organizzazione, ma mi sa che è un problema nazionale e non linguistico

(fra parentesi l'organizzazione WOC è multilingua, in pieno stile elvetico: in segreteria si sente parlare un pesante dialetto Schwyzerdütsch, e tra i tracciatori/posatori ci sono anche i ticinesi Madda e Tetta)

§§§

l'highlight della gita sul lago è però l'offerta culturale: per tre sere consecutive scorrazzo, con e senza Guardo,  tra il mitico Montreux Jazz Festival (confermo fortunatamente che di jazz non ne è rimasto più) e il Festival de la Cité a Lausanne

concerti gratis e street food costosissimo

-VENERDI 13 @ Montreux
Niki and the Dove (SWE) – gradevoli, ma lei si muove troppo, e non ha lo charme per farlo – http://www.nikiandthedove.com/
Citizens! (UK) – il rito del Britpop si perpetua nel tempo, molto validi – http://www.citizenscitizens.com/

-SABATO 14 @ Montreux
GOCOO (JAP) – tamburi: bello, ma dopo due pezzi hanno rotto le palle – http://www.gocoo.de/
ASBJORN (DK) – niente male – http://asbjornmusic.com/

-DOMENICA 15 @ Lausanne
JERRYCAN (CH) – fantastici – http://www.jerrycan.ch/
THE VEGETABLE ORCHESTRA (AUT) – altrettanto – http://www.vegetableorchestra.org

Good Bye LOZANOPOLY
…dove le carte sprint dei mondiali sono costate 5000 CHF al Kmq
(se gli stipendi sono così alti, si può anche fronteggiare il costo della vita, la considero per un eventuale progetto EXPAT)

Morrissey live @ Teatro Arcimboldi 10 07 2012

Moz_arcimboldi

certo che se non facesse quella serie di canzoni inutili, sarebbe ancora un gran bel Morrissey

voce piena, gruppo in forma

il personale degli Arcimboldi classifica la serata come la  peggiore serata degli ultimi anni: i fan che si rifiutano di occupare i loro posti, e  Moz vieta di far circolare carne nel Teatro 🙂

You Have Killed Me / Still Ill / I’m Throwing My Arms Around Paris / Everyday Is Like Sunday / Maladjusted / Last Night I Dreamt That Somebody Loved Me / Ouija Board, Ouija Board / Black Cloud / Shoplifters Of The World Unite / I Will See You In Far Off Places / Action Is My Middle Name / I Know It’s Over / One Day Goodbye Will Be Farewell / People Are The Same Everywhere / Meat Is Murder / To Give (The Reason I Live) / Alma Matters / You’re The One For Me, Fatty / Let Me Kiss You // How Soon Is Now?

Tero VS Serge

hanno in comune un cognome atipico per la loro nazione, e poca propensione alle lingue straniere

waiting for Kasabian in Milan, and WOC in Lausanne…
ecco Thierry Pizzorno

Image

Sergio 'ma con un cognome così com'è possibile che non sai una parola d'italiano' Pizzorno VS Thierry 'ze one and onlì' Gueorgiou

Worst Trail Orienteering Championships?

a selection of opinions about WTOC 2012 in Scotland, by the best Trail Orienteers in the world

please British course setters read this and try to open up your mind: you've always proposed this style of Trail-O, for ages…
maybe in 2012 it's time to change style, a lot of people (the best in the world) think this style is unfair

effort by WTOC 2012 organizers has been huge, and everyone is thankful for that, but fairness is more important

course setters of the world:  your task is only to provide fair competition and to find the best Trail Orienteer, not to show off how accurate and clever you are with super-tricky,  wicked, unfair control points
with those controls you fail your task, you think to raise the level of the competition, but instead you lower it: you introduce luck in the competition, so that weaker people have the chance to be high in the result list

in what other 'sport' can we see this?
we don't want it, and we have to fight against this attitude

fortunately TempO never lies… the result list in TempO is always perfect, the today's best wins, no luck involved

Lauri Kontkanen
… I think we came back to “bingo” controls 
… Map accuracy was not as good as it should be, at least comparing with the last four years in WTOCs.
… The flags were too tight to each other and I think these weren’t the best Championships.

Martin Fredholm
…The best part was that this terrain is very suitable for TrailO. Unfortunately, I don’t think they have used it in a correct way. They could have used it much better, making orienteering problems instead of placing all flags on the same feature and just letting the center of the circle decide which flag is correct instead of using the terrain, using map reading skills, that’s what I think TrailO is. We had this kind of controls in the Nordic countries 10-15 years ago but now we have what we call orienteering controls. An example of an orienteering control: If the control is a spur, the alternative flags are placed on spurs nearby or on formations that look like spurs but are unmapped.

Remo Madella
…I felt like an elephant's foot trying to thread the needle

Guntars Mankus
…This is just my personal opinion, of course, but this was one of the worse competitions I’ve done. 
… But then, specially on first day, there were many places with a bunch of flags located on the same feature and it requires more the measuring than the map reading. Even if the Guidelines of the IOF say that the most important part should be the map reading. I think that the course setter nearly forgot it on the first day. 
…On the second day … There were still very strange check points that I didn’t understand – I can remember, in the beginning, a depression with three check points and two thickets, that was something which I cannot understand

Ole-Johan Waaler
But, on the first day, TrailO could almost be done without map reading and it was a shame as it was a great terrain that should have been better used. And also the Guidelines: trail orienteering competitions demand skills of map reading and terrain interpretation at all levels.

Martin Jullum
At 3+3 in Sälen we returned to a great pre-o-weekend of pure map reading courses as we are all so fond of